Orazio e l’irrazionale: dèi e divinità nel vate augusteo - Andrea Cucchiarelli - Vita e Pensiero - Articolo Aevum Antiquum Vita e Pensiero

Orazio e l’irrazionale: dèi e divinità nel vate augusteo

novitàdigital Orazio e l’irrazionale: dèi e divinità nel vate augusteo
Articolo
rivista AEVUM ANTIQUUM
fascicolo AEVUM ANTIQUUM - 2020 - 20
titolo Orazio e l’irrazionale: dèi e divinità nel vate augusteo
Horace and the Irrational: Gods and Divinity in the Augustan Vates
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 10-2021
doi 10.26350/020747_000069
issn 1121-8932 (stampa) | 1827-7861 (digitale)
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Horace is commonly considered to be close to Epicurean thought and, therefore, skeptical when it comes to the ultimate validity of traditional religion. However, a more thorough investigation of Horace’s  philosophical education, in relation to the distinction between hexametrical sermo and lyrical carmen as literary forms, allows us to observe the actual presence of the ‘irrational’ and the divine in Horace.  In building his lyrical architecture, Horace reveals that he regards divine figures as structural points of reference, whose description follows a precise ritual pattern.

keywords

Horace, Irrational, God, Divinity, Religion, Philosophy, Epicureanism

Biografia dell'autore

Sapienza Università di Roma. Email: andrea.cucchiarelli@uniroma1.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento