Libri di Luigi Castagna - libri Aevum Antiquum Vita e Pensiero

Luigi Castagna

Luigi Castagna
autore
Vita e Pensiero
Luigi Castagna, nato a Lecco nel 1945, si era laureato in Lettere classiche all’Università di Pavia, alla scuola dei grecisti Adelmo Barigazzi e Diego Lanza. Gli atenei di Firenze e di Bergamo ne ospitarono l’attività didattica, fino all’anno accademico 1984-85, quando venne chiamato, come professore associato, a coprire l’insegnamento di Letteratura latina, cui si aggiunse in anni più recenti quello di Storia della lingua latina, presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Cattolica di Milano, dove rimase sino al termine della carriera, nel 2015 (proseguendo tuttavia con l’insegnamento a contratto di Storia della lingua latina sino al 2017). Il 5 aprile 2020 il professore ha perso la vita, stroncato dal Covid19.
Condividi:

Libri dell'autore

Sull’Agamennone senecano digital
formato: Articolo | AEVUM ANTIQUUM - 2015 - 15
Anno: 2015
The article discusses the final part of Seneca’s Agamemnon and, through a critical review of the study of Isabella Nova, attempts to clarify Seneca’s contribution to the topic of the killing of Agamemnon. In fact, Nova did not discuss the text of the Latin author, even though the words she uses as a title are a quotation from Seneca...
€ 6,00
Enea e Diomede: un incontro digital
formato: Articolo | AEVUM ANTIQUUM - 2010 - 10
Anno: 2010
€ 6,00
Pauper senatus digital
formato: Articolo | AEVUM ANTIQUUM - 2010 - 10
Anno: 2010
€ 6,00
Prefazione digital
formato: Articolo | AEVUM ANTIQUUM - 2006 - 6
Anno: 2006
Scarica
Sidonio e la palliata digital
formato: Articolo | AEVUM ANTIQUUM - 2004 - 4
Anno: 2004
Si usa attribuire a Sidonio scarso apprezzamento per il comico e per la palliata in particolare. Ma Sidonio conosce e cita spesso per nome i tipi da “commedia umana” che gli erano suggeriti da Plauto e Terenzio (adulatori, ambiziosi, avari, soldati millantatori). Vorrei dire che questi personaggi “cartacei” gli permettevano di orientarsi nella selva degli esseri umani del mondo reale, tra cui la sua cura di pastore d’anime lo obbligava ad aggirarrsi. Una certa ambiguità di giudizio (ora divertito, ora sprezzante) nei confronti del comico era dovuta, io credo, al contrapposto atteggiamento verso la palliata di autori classici che egli riteneva propri maestri, dei quali ora ggli accadeva di seguire l’uno ed ora l’altro: Cicerone, Orazio (e la sua critica contro gli anciens) nonché i maestri cristiani, da Tertulliano ad Agostino: particolare affinità Sidonio pare mostrare con San Gerolamo.
€ 6,00
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento