Il tuo browser non supporta JavaScript!

Didymus’ Hypothesis to his Commentary on Job: the historical context and the papyrological evidence

digital Didymus’ Hypothesis to his Commentary on Job: the historical context and the papyrological evidence
Articolo
rivista AEVUM ANTIQUUM
fascicolo AEVUM ANTIQUUM - 2003 - 3
titolo Didymus’ Hypothesis to his Commentary on Job: the historical context and the papyrological evidence
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2017
issn 1121-8932 (stampa) | 1827-7861 (digitale)
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Lo scopo di questo lavoro è di dimostrare, seppure prendendo in esame una limitata porzione di testo, l’Hypothesis di Didimo al suo commentario a Giobbe, come Didimo costruisca la sua esegesi in base ad un ben preciso metodo ermeneutico, e come l’esegesi sia usata come modo persuasivo d’espressione, che può essere diretto simultaneamente a diversi tipi di pubblico. Si sostiene che, per quanto concerne la persuasione, l’esegesi allegorica in generale e specialmente quella di Didimo era particolarmente adeguata a raggiungere il pubblico più variegato ed ampio possibile. L’argomento è sostenuto a partire dal materiale papirologico in nostro possesso.